Vi stupiremo con “effetti speciali”

Dal primo DegustArte Salerno (9-11 Ottobre 2015), fino al “Rock alla Rocca” (10 Agosto 2016, Castello Arechi), passando per tutta una serie di eventi estivi, la mission di Mestieri e Sapori si è affinata ed ha allargato il suo raggio di azione, creando una proficua sinergia fra arte, artigianato, spettacolo ed enogastronomia. DegustArte Salerno 2016, o meglio ancora DegustArte Salerno 2.0, per dirla in chiave “tecnologica”, è il viaggio fra le tradizioni che mira a far riscoprire – ai salernitani e non solo – Salerno e le sue eccellenze.

COSA: Non un mercatino, né una fiera “seriale” ma un percorso “netto” dal forte impatto socio-culturale alla riscoperta dell’artigianato caratteristico e dei sapori di una volta. Filo conduttore costante, il connubio stretto fra l’inventiva dei Maestri, da recuperare e rivitalizzare, e il gusto della provincia eccellente. Un’opportunità unica per rinsaldare i legami con l’identità del passato, “declinata” in tutte le forme possibili: il piatto tipico, i metodi antichi al servizio della manualità, la performance artistica tradizionale.

DOVE: Al Parco dell’Irno (area ex Salid), “febbrile” testimonianza di un operoso passato ed attuale collettore di rarità botaniche nel contesto urbanistico. Il programma di riqualificazione del Comune di Salerno ha restituito alla cittadinanza una grande area verde dove godere della natura e ammirare le testimonianze “di archeologia industriale” legate al vecchio opificio. Una location particolarmente indicata per attività sportive, ricreative e soprattutto – come nel caso di DegustArte Salerno 2016 – culturali. Entrare nel Parco significherà essere proiettati in una dimensione “slow”, dove “riassaporare” un patrimonio di idee su cui vale la pena scommettere forte per tornare a sentirsi vivi.

COME: Lungo i sentieri del Parco, in apposite casette/stand, predisporremo angoli “di nicchia” che custodiscono e riassumono il “bello salernitano”: gli Chef cucineranno nel rispetto della tradizione e terranno laboratori dimostrativi destinati agli amanti della cucina tipica. Gli spazi interni dell’opificio ex Salid saranno utilizzati per laboratori ed esposizione di artigianato e per la presentazione di libri e di opere d’arte. I Maestri Artigiani esporranno le loro creazioni uniche e appronteranno mini-tutorial dal vivo sulla manualità, gli strumenti e le antiche metodologie di lavoro; i produttori illustreranno vetrine eno-gastronomiche d’eccellenza, “raccontando” la filiera corta del percorso di produzione; gli artisti di strada riproporranno la giocoleria “classica”, intrattenendo grandi e piccoli con esibizioni di equilibrismo, giochi col fuoco, prestidigitazione, illusionismo; attori e teatranti ricostruiranno e interpreteranno scene d’epoca, immergendo il pubblico in “anacronistiche suggestioni”.

QUANDO: Da Venerdì 30 Settembre a Domenica 2 Ottobre 2016, dalle ore 16 alle ore 21.

Su questo blog – in continuo allestimento – vi terremo aggiornati circa gli “sviluppi organizzativi”, soprattutto per quanto riguarda la fase di avvicinamento al “fatidico” 30 Settembre, data dell’inaugurazione. L’obiettivo è quello di offrirvi contenuti utili alla comprensione ed all’esplorazione della kermesse. A partire dal programma ufficiale (che sarà pronto a breve), pensato su misura di grandi e piccini per un coinvolgimento “trasversale” e collettivo.